Credo di poter interpretare il pensiero di tutta la comunità esprimendo profondo cordoglio per la scomparsa di Antonio Bonavista ,una persona che si è spesa sempre con impegno e passione per il nostro paese cercando di tessere una trama culturale in un contesto arido e chiuso in se stesso.
   Il suo impegno politico, le iniziative culturali da lui promosse, lo studio della storia e delle tradizioni pomaricane, testimoniano dell'amore che provava verso il paese,il quale oggi gli tributa riconoscenza e gratitudine.                                             Maria Montano.             Pomarico, 4 febbraio 2011
Vostra e-mail / Your e-mail address
INVIATE UN MESSAGGIO /
SEND A MESSAGE
TESTO / TEXT
Vostro nome e cognome / Your name
ERA UNA DELLE POCHE PERSONE CHE MERITAVA MOLTO DI PIU' DALLA NOSTRA COMUNITA'. ORA E' TROPPO TARDI PER RIGRAZIARLO .IO HO AVUTO IL PIACERE DI CONOSCERTI MOLTO BENE E TI RICORDERO' PER SEMPRE COME UNA PERSONA MOLTO INTELLIGENTE E CHE TI SEI FATTO DA SOLO,CON UN GRANDE CUORE. MI RICORDO CHE ABBIAMO LOTTATO PER MOLTE COSE E TU NO LO FACEVI PER ALTRI MOTIVI .GRAZIE ANTONIO DI ESSERE STATO UN MIO AMICO E PER ESSERE VENUTO IN QUESTO MONDO. FORSE DIO AVEVA BISOGNO DI TE PER QUESTO TI HA CHIAMATO.UN GIORNO TI RIVEDRO'. UN SALUTO. CIAO
MARIO FERRETTI                   5 FEBBRAIO 2011
Una notizia che ha sconvolto tutta la comunità di pomarico, io ho avuto il piacere di crescere con lui e sua sorella Anna. Un uomo con tutte le sue capacita di realizzare un paese come Pomarico sempre dentro ai giovani , molto cattolico con tanta fede ha riuscito ,e con tanti sacrifici a realizzare il suo sogno. .Antonio no me resta che dirti che ho un buon ricordo di te e della tua umile famiglia. Hai dimostrato a tutta Pomarico il Buonavista  ,e con questa tristezza ti dico grazie di aver esistito e di aver insegnato tante cose belle che Dio ti aveva dato .ADIOS GRANDE ANTONIO BONAVISTA ora chi sa insegnerai a DIO come sapevi disegnare . RIPOSI IN PACE AMEN .
  FAM ARMANDI VITO Y SOLIS RIVERA       MEXICO CITY,  5 febbraio 2011.
.Cari amici,
purtroppo non potrò essere presente al funerale di Antonio. Ho scritto questo ricordo che se riterrete opportuno vi pregherei di leggere durante la Messa.
  Ho perso un caro amico. Un’amicizia nata appena due anni fa, ma per me come fosse antica di anni.
   Pomarico ha perso un uomo eccezionale per cultura, sensibilità, generosità. E fu proprio quello “sdarsi” generosamente a quel Festival di Vivaldi che Antonio con intelligenza aveva creato, che in breve riuscì a far conoscere la sua Pomarico oltre i confini. Vivaldi era divenuto il suo scopo di vita, approfondendo la ricerca con rari documenti sugli antenati del Prete Rosso, raccogliendo centinaia di incisioni della sua musica, decine di biografie.
  Antonio voleva fare della sua terra un grande centro vivaldiano in una specie di gemellaggio con Venezia.  Purtroppo so che nonostante l’appoggio e la collaborazione di tanti di voi  tutto si incentrava su di lui. A Pomarico, l’estate scorsa, quando Antonio mi volle assegnare quel riconoscimento per la mia commedia su Vivaldi, dissi: “Ricordatevi che il Festival è Antonio Bonavista”.       
  So che per la prossima edizione aveva preso accordi con l’inglese Talbot, uno dei maggiori studiosi di Vivaldi.
  Mi auguro davvero che tutto ciò non vada disperso e che voi possiate trovare il modo per continuare la sua opera.
  Per ora,  in me e in tutti coloro che gli sono stati vicino, non resta che un profondo dolore.
Da Venezia        5 febbraio 2011        Virgilio Boccardi
La nostra Pomarico ha perso un figlio, di spiccata intelligenza, apprezzato per la sua facilità di socializzare e di grande vivacità culturale. Colui che cercava di portare il nome del proprio paese anche oltre i suoi confini geografici.Ci stava riuscendo grazie alla passione per un grande musicista, gemellando Pomarico con la Torino che l'aveva adottato, Venezia e anche con l'estero. Con le sue idee, la sua conoscenza culturale (e politica),La sua bravura organizzativa e il suo carisma  nell'interessare i giovani, tentava di scuotere la comunità dal suo torpore. Ci si augura che i frutti del suo lavoro non vengano vanificati.
Ciao Antonio,forse il proverbio che nessuno sarà mai profeta in patria sarà anche fondato, ma già facciamo i conti su quanto hai saputo dare, senza chiedere nulla in cambio. Non sarai dimenticato.
Giuseppe e Angela Monte.         Legnano  7 febbraio 2011
Una persona fantastica, un fratello, un'amico, un maestro eri tutto questo.Una persona fantastica.Ringrazio Dio per averti conosciuto, perchè adesso che non sei più qui,il ricordo di te vive e vivrà dentro di noi.Che tu possa essere felice. Non ti dimenticheremo mai!     K
Karmela Dimotta  -                      (??)           7 febbraio 2011
Ciao Antonio,
non potrò e non vorrò mai dimenticare i giorni trascorsi a Pomarico, quando mi facevi da Cicerone per le strade di Matera e quando eri un buon amico per le strade di Pomarico.
Questa terribile notizia è arrivata così inaspettata che è difficile da accettare ed allora farò finta che tu sia ancora a Pomarico e che prima poi ci incontreremo come è successo finora.
non ti dimenticherò
Maria    Volpintesta
   Cuccaro Vetere           7/2/2011
e to add text.
Caro Antonio quelle poche volte che ho avuto il pregio di uscire con te non le dimenticherò mai ,sei stato un maestro di vita mi hai saputo trasmettere la passione per la ricerca storica proprio tu ora hai lasciato un vuoto incolmabile
Ciao Antonio con affetto     Giuseppe
Giuseppe Passarelli                 8 feb 2011

Un improvviso malore ha stroncato la giovane vita di Antonio Bonavista, ideatore e capace organizzatore delle prime due edizioni del Pomarico Vivaldi Festival. Una camera ardente è stata allestita nella Sala Consiliare del Comune di Pomarico, dove la salma sarà esposta fino alle ore 11 di sabato 5 febbraio 2011, per essere poi traslata in Chiesa Madre. I funerali si terranno alle 15,30 dello stesso giorno.     
(Nella foto Antonio Bonavista consegna una targa ricordo al Dott. Virgilio Boccardi durante la scorsa edizione del Pomarico Vivaldi Festival).
Pomarico News.
Condivido appieno le parole di Maria Montano ritenendo la scomparsa prematura di Antonio una gravissima perdita culturale ed umana, non solo per la comunità Pomaricana.
Cugino, coetaneo, compagno di scuola e soprattutto amico, di Antonio ricorderò sempre la sensibilità e la forza di volontà con cui ha superato le difficoltà e raggiunto i risultati che tutti apprezziamo.
Grazie per il tuo esempio, riposa in Pace!
Michele Cirella -                              Vigevano 5 febbraio 2011