Fra i numerosi visitatori la Professoressa Mirella  Casamassima, docente dis Storia dell'arte presso l'Accademia di Belle Arti di Bari , ha così sintetizzato le sue impressioni: sulle opere di Michele Zuccaro:
"La luce frammenta i corpi, il cerchio come figura costante, metafora dell'armonia universale, punto di inizio e fine.. Ricordi di visionisti, simbolisti, futuristi, da Morbelli a Balla, per dipingere, al di là dei corpi, solo l'immateriale "
Pomarico News.
CIRCOLO CULTURALE "ARTANKE' "
CHIUDI / Close this window

Nato a Pomarico, Michele Zuccaro  fin da bambino fu attratto dall'arte in genere e a soli 13 anni ebbe la sua prima esperienza artistica  conoscendo Pier Paolo Paolini, che lo lo scelse per il set  del film "Il Vangelo secondo Matteo" girato nei Sassi di Matera nel 1961. La passione per la ceramica e la pittura furono decisive nella scelta del corso di studi presso l'Accademia di belle Arti di Napoli, dove Michele Zuccaro conseguì il diploma in "arte della ceramica".
Tra il 1974 e il 1988 ha vissuto tra Parigi, Amsterdam e Londra, partecipando a numerose mostre, con successo, ed ottenendo numerosi riconoscimenti.
  Dal 12 giugno al 4 agosto dello scorso anno una mostra personale di Michele Zuccaro è stata ospitata negli  splendidi saloni di Palazzo Crispi a Napoli.
Il centro Culturale inaugurato a Matera - in Via Lucana 38  - ospita una rassegna di opere di Michele Zuccaro e si propone di ospitare, nell'immediato futuro, mostre di altri noti artisti.
Michele Zuccaro illustra agli invitati le finalità del Centro Culturale appena inaugurato.
Il Giornalista di Rai 3 Basilicata Rino Cardone (a sinistra in giacca scura) si congratula con Michele Zuccaro per l'ottima fattura dei suoi quadri.
Nelle due foto qui sopra alcuni visitatori ammirano le opere esposte.