Non ci sono commenti da fare perchè non riesco ad individuare un          nesso fra il lavoro in fabbrica e il commentare comportamenti assolutamente incomprensibili nella gestione di rilevanti somme di denaro. Tuttavia quella sfilza di punti esclamativi rivela tutta la rabbia con cui é stata scritta la frase, e non se ne comprende il motivo. Cos'é ? Un represso senso di colpa oppure il terrore di
essere chiamato a rispondere dell'accaduto?
Forse se il mittente svelasse la propria identità si potrebbe dare un senso al suo scritto, magari riuscendo a capire se si tratta di un indefesso-lavoratore-da-8-ore-in-fabbrica, oppure di uno di quei "fannulloni" che il Ministro Brunetta prima o poi riuscirà a "mettere a posto". Chissà!..
Sario Pizzilli.
Pomarico News.
               E' stato di oltre 13.500,00 Euro
il "Monte Premi" messo a disposizione di un ignoto quanto fortunato (nonché...provvidenziale) visitatore notturno degli uffici della locale Scuola Media, che se ne é impossessato senza incontrare alcuna difficoltà. 
Destinata all'effettuazione di un viaggio di istruzione a Roma, la somma era stata versata dai genitori degli alunni, in ragione di 200,00= Euro a testa.
Saggiamente, il notevole importo, non fu depositato in banca, in attesa del giorno della gita, perché, come tutti ben sanno, le spese di apertura e chiusura di libretti e conti correnti quasi superano gli eventuali, miseri interessi maturati.  Senza considerare, inoltre, che di questi tempi gli istituti di credito  non sono più tanto sicuri e potrebbe accadere che, a causa di investimenti sbagliati, si trovino nell'incresciosa condizione di non poter più restituire il denaro ai clienti, come insegna la tristemente famosa banca americana Lehman Brothers. E se malauguratamente fosse accaduto un fatto del genere anche alla banca di Pomarico, come si sarebbe fatta la gita? Meglio essere prudenti, quindi, e conservare i soldi nella scuola.
E non in bella vista, sul ripiano di un armadio, per esempio, oppure in un qualsiasi cassetto! Eh, no ! Per questo c'é la cassaforte , bella robusta e a prova di scassinatori. La chiave non fu certamente  lasciata in giro, ma, come anche la  Gazzetta del Mezzogiorno riportava giorni fa, accuratamente conservata in un cassetto della Segreteria, forse anche con una targhetta che la identificasse fra le numerose altre, delle aule, del laboratorio ecc...
Non si può certo, quindi, dire che non siano state prese tutte le precauzioni possibili ed immaginabili, ma, ciò nonostante, la somma é scomparsa e non si riesce a capire  come mai non siano stati rilevati segni di effrazione, né all'ingresso, nè ai cassetti né tanto meno alla cassaforte.
(PomaricoNews)
UN ANONIMO (ma, forse, poi non tanto) visitatore del sito, in merito all'accaduto ha scritto:
----- Original Message -----
From: xxxxxx@alice.it
To: webmaster@pomarico.org
Sent: Wednesday, December 02, 2009 14:00

Vergognati!  Tu che sei stato tanti anni segretario della scuola Media di Pomarico ti metti a fare satira, di cattivo gusto, su un avvenimento increscioso e deprecabile avvenuto in questa comunità scolastica.
                                                                                    (senza firma)
Ecco la risposta:
----- Original Message -----
From: webmaster@pomarico.org
To:      xxxxxx@alice.it
Sent: Wednesday, December 02, 2009 14:15
Salve!
quando io ero segretario e si facevano le gite, o si raccoglievano soldi per qualsiasi altro motivo, NON si lasciavano a scuola, ma si custodivano con cura, anche se le somme erano di gran lunga inferiori a quella "volatilizzatasi misteriosamente" alla scuola di Pomarico.
Infine, chi ha scritto la mail non ha avuto il buon senso di firmarsi, anche se il richiamo al ruolo da me svolto ai "tempi eroici" della scuola  può facilmente lasciare immaginare chi ne sia il mittente.
Cordiali saluti,
Sario Pizzilli.
P.S.: Alla luce dei fatti, chi é che dovrebbe vergognarsi?
Commento: Sono d'accordo sui due aggettivi increscioso e deprecabile .
Increscioso non è solo l'avvenimento, ma incresciosa é la situazione dei genitori che hanno pagato 200-euro, mentre deprecabile è senz'altro il comportamento di chi non ha saputo custodire il denaro con la dovuta accortezza.
NUOVA MAIL DEL SEMPRE PIU' ANONIMO VISITATORE, IN RISPOSTA AL COMMENTO SOPRA RIPORTATO:
----- Original Message -----
From: pirxxx@alice.it                    Sent: Wednesday, December 02, 2009 16:28
To: webmaster@pomarico.org

vai a lavorare 8 ore in fabbrica e commenti tutto!!!!!!!
                                                                                            (senza firma)
INVIATE UN COMMENTO
Invia un commento.

FURTO SENZA SCASSO
Peppino Magni scrive da Roma
Caro PomaricoNews,
ho letto la notizia, con sommo dispiacere,soprattutto perchè quei soldi servivano ai ragazzi per visitare Roma. Che dire, è stata molto incauta la persona responsabile della custodia del danaro. Certo alla luce dei fatti , si potrebbe ipotizzare, che qualcuno, certamente dell'ambiente , sia venuto a conoscenza che la chiave per aprire la cassaforte era  alla portata di.........Ma ,ormai la frittata è  stata fatta.
Mi rivolgo con umiltà , come  "cittadino"  Pomaricano alla persona , se avrà occasione di leggermi, che forse per momentanee difficoltà economiche si sia trovata  nelle condizioni, magari non volute o cercate,  di appropriarsi della somma: ecco,  gentile compaesano  tu che vivi e partecipi alla vita di tutti i giorni ,e   che ben conosci la realtà del Paese,  molti genitori si sono sacrificati, per regalare ai propri figli un viaggio ,certo non di piacere, ma culturale ,per visitare   Roma. Tra quei  ragazzi potrebbe esserci anche tuo figlio. Non vivere nel rimorso e nel sospetto , restitusci il danaro, nel modo e nei tempi che tu vuoi , i ragazzi le loro famigle e soprattutto la tua coscienza  te ne sarranno, nel cuore e nel pensiero, eternamente grati.
Giuseppe Magni In Spica                                               Roma, 3 dicembre 2009

Michele Pantone  scrive da Pomarico
----- Original Message -----
From: Michele Pantone
To: webmaster@pomarico.org
Sent: Thursday, December 03, 2009 16:49
Subject: furto alla scuola


è da precisare, x chi non sà, che è da tenere divisi due punti molto ma molto importanti ai  fini della legge: 1- i soldi di cui tanto si parla provenivano da "Privati".2-Il c/c , è della scuola quindi è "Pubblico".E x chi non sà, non si può commettere un illecito cioè, devono essere tenute separate le due operazioni. Tanto x puntualizzare a qualcuno che ha detto che i soldi andavano versati in banca.
----- Original Message -----
From: Michele Pantone
To: webmaster@pomarico.org
Sent: Thursday, December 03, 2009 16:59
Subject: furto scuola media

Tu che gestisci questo sito? dovresti sapere, x la tua passata esperienza lavorativa, che il denaro raccolto da "privati!"x legge, non si può e non si devemischiare con i conti "Pubblici".
RISPOSTA:
E chi mai ha detto che " si dovevano mischiare con i conti Pubblici" ?
Portarli in banca non necessariamente avrebbe significato versarli sui conti della Scuola. Con un minimo sforzo si sarebbero potuti trasformare in assegni circolari, o aprire un conto temporaneo, e comunque non lasciare tutti quei contanti in un luogo incustodito come può esserlo una scuola nell'orario di chiusura, soprattutto dopo i vari furti verificatisi negli anni scorsi.  E pur avendoli messi in una delle due casseforti, che senso aveva lasciare la chiave nello stesso locale? Almeno quella, se non proprio i soldi, qualcuno avrebbe potuto portarsela a casa, così il ladro avrebbe avuto un po' di "fastidio" nello scassinare il forziere.
Sario Pizzilli
Contatti dal  1° DICEMBRE 2009
1
1
2
3
4
6
7
8
9
5
----- Original Message -----
From: Piglo
To: webmaster@pomarico.org
Sent: Friday, December 04, 2009 9:39 
Subject:Commento

Come spesso accade, ho visitato il sito  di Pomarico...Come commentare ? Roba da matti!
Michele Pantone scrive come negli sms, non conosce la grammatica italiana e non sa  ( si scrive senz'accento....) capire i contenuti di un testo scritto (ha dato una risposta fuori tema, che a nulla è servita se non a sottolineare la SUA ignoranza).
E l'anonimo...beh, povero lui....ma chi è secondo voi? Me lo sapete dire?
                                                                                    Piglo.
Piglo scrive da   Fiorenzuola
10
COMMENTO DI : Tommaso PROSCIA  -  Perugia
COMMENTO DI : Michele ARMANDI     -  Crema
COMMENTO DI: Giuseppe e Antonella   - Venezuela